Fibra, 5G, cablaggio PA e Sussidi Digital Divide nel piano Colao

Il 9 giugno 2020, è stato sottoposto alla Presidenza del Consiglio il c.d. “Piano Colao”, nell’ambito del quale sono state espresse proposte significative in tema di sviluppo delle reti di telecomunicazione, in particolare per ciò che concerne le reti in fibra e il 5G

Lo scorso 9 giugno 2020, è stato sottoposto alla Presidenza del Consiglio il piano “Iniziative per il rilancio – Italia 2020-2022” – c.d. “Piano Colao” –  elaborato dal Comitato di esperti in materia economica e sociale guidato da Vittorio Colao, nell’ambito del quale sono state espresse proposte significative in tema di sviluppo delle reti di telecomunicazione.

L’intervento sulle infrastrutture per le telecomunicazioni – e in particolare lo sviluppo della fibra ottica, complementare al pieno sviluppo della rete 5G – rappresenta un obiettivo primario per favorire la crescita del paese, riducendo il divario digitale sia con gli altri stati sia fra regioni italiane e permettendo un’ampia diffusione tra aziende e privati delle tecnologie innovative.

A tal fine, il Comitato ha individuato quattro aree chiave di azione:

  1. l’elaborazione di un “Piano Fibra Nazionale”, basato sullo sviluppo di un piano per il completamento della copertura nazionale della rete in fibra e sull’estensione della logica di gara per lo sviluppo di un’unica rete in fibra ottica a tutte le aree “grigie”;
  2. la pianificazione del c.d. “Cablaggio della Pubblica Amministrazione”, per favorire l’installazione di accessi in fibra in tutti gli edifici della PA, con particolare attenzione a scuole e strutture socio-sanitarie e amministrazioni locali;
  3. lo Sviluppo delle Reti 5G, attraverso l’adeguamento dei livelli di emissione elettromagnetica in Italia ai valori europei, oggi circa tre volte più alti e radicalmente inferiori ai livelli di soglia di rischio; e
  4.  la previsione del c.d. “Sussidio Digital Divide”, consistente in voucher che permettano l’accesso alla banda larga anche delle fasce meno abbienti della popolazione, alla luce della migliore tecnologia disponibile in ciascuna area geografica.