La CGUE si pronuncia sulla commercializzazione del cannabidiolo tra Stati Membri

La Corte di Giustizia (CGUE) ha stabilito che uno Stato membro non può vietare la commercializzazione del cannabidiolo (CBD) legalmente prodotto in un altro Stato membro, qualora sia estratto dalla pianta di Cannabis sativa nella sua interezza e non soltanto dalle sue fibre e dai suoi semi. La Corte ha però precisato che tale divieto può essere giustificato da un obiettivo di tutela della salute pubblica, ma non deve eccedere quanto necessario per il suo raggiungimento. Continua a leggere “La CGUE si pronuncia sulla commercializzazione del cannabidiolo tra Stati Membri”