L’AGCom avvia il market test sull’Offerta di coinvestimento dell’operatore incumbent

L’AGCOM ha avviato il market test sull’Offerta di coinvestimento presentata dall’operatore incumbent per la realizzazione di una rete ad altissima capacità.L’AGCom ha approvato l’avvio di una consultazione pubblica sull’Offerta di coinvestimento presentata dall’operatore incumbent lo scorso 29 gennaio ai sensi dell’articolo 76 del Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche. La norma prevede che le imprese designate come detentrici di un significativo potere di mercato possono offrire impegni “per aprire al coinvestimento la realizzazione di una nuova rete ad altissima capacità” consistente di elementi in fibra ottica fino ai locali degli utenti finali o alla stazione di base, proponendo la “contitolarità o la condivisione del rischio a lungo termine attraverso cofinanziamento o accordi di acquisto che comportano diritti specifici di carattere strutturale da parte di altri fornitori di reti o servizi di comunicazione elettronica”.

L’offerta notificata dall’operatore incumbent per il coinvestimento prevede la realizzazione di una nuova rete in fibra ottica ad altissima capacità (Very High Capacity, “VHC”); nell’Offerta medesima l’operatore ha proposto impegni da sottoporre a market test, previa valutazione preliminare di ammissibilità da parte dell’Autorità. L’offerta di coinvestimento prevede: (i) una nuova rete FTTH/B in rete di accesso secondaria (la porzione di rete che a dall’armadietto ottico alle abitazioni) in 1.610 comuni; (ii) la contitolarità o la condivisione del rischio a lungo termine attraverso partecipazione azionaria o accordi strutturali di acquisto (“one-way access model”); (iii) due modalità di accordi strutturali di accesso alla “semi-Gpon” (elemento della rete di accesso che include lo splitter ottico contenuto nell’armadietto ottico e le fibre ottiche in rete secondaria che dagli splitter raggiungono le abitazioni) mediante (a) acquisti in IRU a 20 anni (b) impegno di acquisto di “minimi garantiti” per un periodo di 10 anni; (iv) l’eventuale partecipazione di coinvestitori nel capitale azionario di FiberCop e/o eventuali apporti/cessioni a FiberCop di asset.

Nell’ambito dell’analisi preliminare derivante dal market test, volta a verificare la rispondenza dell’Offerta di coinvestimento dell’operatore incumbent ai requisiti dettati dal Codice e dalle Linee Guida del BEREC,  l’Autorità ha valutato: (i) la trasparenza dell’Offerta; (ii) il periodo di apertura per l’adesione alla proposta; (iii) le condizioni e le modalità di accesso alla rete VHC proposte dall’operatore; (iv) la flessibilità delle condizioni di accesso.

Nell’ambito del market test avviato dall’AGCom, all’esito di tale valutazione, gli interessati – potenziali coinvestitori o richiedenti l’accesso – potranno fornire le proprie osservazioni in merito all’Offerta e proporre cambiamenti. I contributi dei partecipanti al market test saranno valutati dall’Autorità nell’ambito delle sue valutazioni conclusive sull’Offerta e sui relativi impegni di coinvestimento.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo “L’AGCom avvia il progetto di separazione della rete di accesso”.