by

Con determina n. 3/23/DTC l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (“AGCom”) ha approvato le “Linee guida per la definizione delle campagne di misure sul campo (drive test) della qualità del servizio dati in mobilità – Campagna 2023”.

Le Linee Guida hanno lo scopo di definire i requisiti tecnici e funzionali per la progettazione, l’esecuzione e la gestione delle campagne di misurazione sul campo, finalizzate a verificare la qualità del servizio dati in mobilità sulle reti degli operatori mobili, in attuazione delle precedenti delibere AGCom n. 23/23/CONS e 138/23/CONS, rispettivamente recanti le “Disposizioni in materia di qualità e carte dei servizi di comunicazioni mobili e personali” e la “Disciplina della campagna di misura della qualità del servizio dati a larga banda da rete mobile per l’anno 2023”.

Lo scopo delle misurazioni è la rilevazione delle prestazioni del servizio relativo alla sola rete mobile di accesso, effettuate attraverso l’esecuzione di test attivi che si svolgono tra opportuni dispositivi mobili (client) e server dedicati.

Di seguito le principali caratteristiche dell’attività di misurazione:

  1. poiché per sua natura il servizio mobile non è legato ad una specifica posizione, ma ad un’area, si procede alla misurazione mediante un approccio statistico, campionando la qualità offerta dalle reti in certi punti scelti in modo opportuno (c.d. punti di test);
  2. le misure vengono effettuate all’esterno degli edifici, attraverso mezzi mobili che si spostano sul territorio da un punto all’altro, opportunamente attrezzati per rilevare contemporaneamente le reti mobili di tutti gli operatori coinvolti nella misurazione;
  3. i criteri di definizione dei punti di test sono sostanzialmente definiti (i) dall’omogeneità di distribuzione sul territorio italiano di tali punti e (ii) dall’alta densità di popolazione nell’intorno del punto di verifica
  4. sono state scelte un totale di 45 città molto popolose (circa 2 per ogni regione), sulle quali dovranno essere effettuati due diversi tipi di misurazioni:
  • misurazioni “nomadiche”, con mezzo fermo in un qualsiasi punto all’interno dell’area scelta, della durata di circa 15 minuti;
  • misurazioni “dinamiche” con mezzo in movimento, svolte nel corso dello spostamento tra una misura nomadica e l’altra o tra un punto di misura dinamico (waypoint) e l’altro o tra una città e l’altra (si parla di dinamiche extra urbane);

5. le misurazioni consentono di registrare le prestazioni della sola rete mobile, perché sono basate sul collegamento fra i terminali d’utente ed un server collocato presso il bordo              esterno della rete mobile;

6. nella campagna in esame i test vengono svolti includendo le reti 5G.

Ai fini del test vengono presi in considerazione una serie di indicatori, tra cui la velocità di trasmissione dei dati (misurata per download, upload e browsing), il tasso di insuccesso nella trasmissione dati, il tasso di inaccessibilità della trasmissione dati, il tasso di perdita dei pacchetti, il ritardo di trasmissione dati, la variabilità del ritardo, il tasso di insuccesso nello scaricamento di un video, il tasso di interruzione per freezing e il tasso di insuccesso per eccesso di freezing.

Il resoconto contenente l’esito dei risultati delle misurazioni sarà pubblicato sul sito www.misurainternetmobile.it.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo: “Pubblicato il testo unico di revisione e semplificazione degli indicatori di qualità dei servizi di comunicazioni mobili e personali”.

Autori: Massimo D’Andrea e Matilde Losa

(Visited 91 times, 1 visits today)
Close Search Window