by

Con la comunicazione del 19 aprile scorso l’AGCom ha reso noto di aver avviato, per conto della Commissione europea, la seconda consultazione pubblica avente ad oggetto la proposta di aggiornamento del modello di costo per la definizione dei costi all’ingrosso di roaming.

La consultazione pubblica in commento, preceduta da una prima avviata a gennaio 2024, si pone nel contesto del processo per la revisione dei costi del servizio di roaming internazionale all’ingrosso intrapreso dalla Commissione a giugno 2023. Tale processo di aggiornamento si è reso necessario alla luce della nuova regolamentazione sul roaming recata dal Regolamento UE 2022/612, che impone alla Commissione di effettuare riesami e presentare relazioni al Parlamento europeo e al Consiglio – entro il 30 giugno, rispettivamente, del 2025 e 2029 – accompagnandole se del caso con una proposta legislativa di modifica del Reg. 2022/612 laddove reso necessario dagli sviluppi del mercato.

La Commissione, ritenendo necessario consentire alle parti interessate di presentare osservazioni sugli orientamenti della Commissione relativi ai temi oggetto di consultazione, ha quindi demandato alle autorità nazionali di regolamentazione il compito di raccogliere i contributi dei soggetti nazionali interessati. Gli esiti della prima consultazione pubblica avviata dall’AGCom a gennaio 2024 hanno portato la Commissione a predisporre una nuova versione del modello di costo che, attualmente, forma oggetto della seconda consultazione in commento.

Tra gli obiettivi della consultazione vi sono quelli di (i) fornire piena trasparenza per quanto riguarda la metodologia, gli input e i risultati del modello di costo sviluppato per calcolare i costi di fornitura del servizio di roaming internazionale, (ii) raccogliere i contributi di soggetti interessati su metodologia, input e risultati del secondo modello aggiornato di costo, e (iii) massimizzare l’accuratezza e la rappresentatività dei risultati per ciascuno dei Paesi coinvolti nello studio dei costi.

I documenti sottoposti a consultazione pubblica sono stati predisposti dalla Commissione e riguardano, tra l’altro, le caratteristiche e il funzionamento del nuovo modello per il calcolo dei costi, gli algoritmi utilizzati, la metodologia adottata ai fini dell’aggiornamento e altri aspetti di carattere tecnico.

I soggetti interessati a partecipare alla consultazione pubblica dovranno trasmettere i loro contributi entro il 20 maggio 2024.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo “Consultazione pubblica del BEREC sulle comunicazioni machine-to-machine e sul roaming permanente”.

Autrici: Flaminia Perna e Matilde Losa

(Visited 17 times, 1 visits today)
Close Search Window