Pubblicati i dati statistici UIBM sul numero di brevetti, marchi e disegni del 2019

È stato pubblicato il report delle attività di Concessioni e Registrazioni di titoli Proprietà Industriale, elaborato dalla Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale per l’anno 2019.

In particolare, emerge che per la prima volta dal 2006 le domande di brevetto hanno superato le diecimila unità. A queste si affianca il costante, significativo l’aumento dei depositi delle traduzioni di brevetto europeo, ai fini della convalida in Italia, giunti a 44.547. Nel corso dell’anno sono stati emessi 11.824 provvedimenti definitivi, relativi a brevetti per invenzione industriale (8.614 di concessione; 146 di rigetto domanda in fase di esame preliminare; 2.182 di rigetto in fase di esame di merito; 591 di accoglimento istanze di ritiro; 245 di conversione in brevetto per modello di utilità; 46 di irricevibilità). 47.002, invece, i provvedimenti definitivi relativi alle convalide di brevetto europeo di cui 46.981 quelli di accoglimento e 41 di rigetto.

Nell’anno sono state ricevute più di 65 mila domande per la registrazione di marchi nazionali, compresi i rinnovi, e internazionali; in particolare, i depositi internazionali sono stati pari a 7.050, mentre 3.648 sono state le domande di marchi internazionali che hanno designato l’Italia. Per quanto riguarda i marchi nazionali, si segnala che con la procedura ‘fast track’ sono stati notevolmente ridotti i tempi di istruttoria, oggi limitati a 112 giorni, inclusi i 90 gg. di pubblicazione delle domande ai fini dell’opponibilità.

Per i disegni e modelli industriali, a fronte di 1.139 domande presentate relative anche a disegni multipli, quelli registrati sono più di 30 mila.