Operativo dal 15 giugno 2020 il “Voucher 3I” per le start-up innovative

Il voucher previsto per le start-up innovative dal Decreto Crescita è ora disponibile e rappresenta un’opportunità da sfruttare.

Con decreto direttoriale del 14 maggio 2020, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito che a partire dalle ore 12 di lunedì 15 giugno 2020 sarà possibile richiedere il “Voucher 3I – Investire In Innovazione”, misura agevolativa prevista dal c.d. Decreto Crescita che, con uno stanziamento di 19,5 milioni di euro per il triennio 2019-2021, mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle start-up, finanziando i servizi di consulenza necessari per valorizzare e tutelare in Italia e all’estero i propri processi di innovazione tramite il brevetto per invenzione industriale.

La procedura, la cui gestione è stata affidata a Invitalia S.p.A., prevede che per avere diritto al voucher i servizi di consulenza dovranno essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense. I servizi acquisibili con il voucher riguardano, nello specifico, (i) la realizzazione di ricerche di anteriorità preventive e la verifica della brevettabilità di invenzioni, (ii) la stesura di domande di brevetto e il loro deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi, e (iii) il deposito all’estero di domande nazionali di brevetto.