Aumento delle domande di brevetto in Italia nel 2020

L’UIBM ha pubblicato un report da cui si osserva il significativo aumento di domande di brevetto nazionali in Italia nel corso del 2020. L’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) ha pubblicato un report di analisi delle domande di brevetto e concessioni del titolo in Italia per il 2020. Da tale studio è risultato, in particolare che, nel corso dell’anno passato si è osservato un significativo aumento delle domande di brevetto nazionale depositate presso l’UIBM. Dunque, nonostante lo scoppio e il perdurare della pandemia e della situazione che ne è derivata, questo certamente rappresenta una conferma di un trend già in crescita, come rilevato negli anni precedenti dallo stesso Ufficio.

Nello specifico, l’UIBM sottolinea come sia la prima volta che le domande di brevetto per invenzione industriale superino, anche se di poco, il numero di 11.000 domande (segnando inoltre un incremento di 878 domande rispetto al totale registrato nel 2019). Per quanto riguarda invece i brevetti richiesti per modello di utilità, nel corso del 2020 le domande sono state 2.396, con un incremento pari a 480 domande aggiuntive depositate rispetto all’anno precedente.

Nel report pubblicato dall’UIBM si può inoltre riscontrare una rilevante crescita anche nel numero dei brevetti concessi da parte della competente Divisione del Ministero. L’UIBM sottolinea inoltre che questo possa rivelarsi anche una testimonianza di un aumento della produttività del personale impiegato nel rilascio dei relativi provvedimenti amministrativi: in particolare, nonostante lo scorso 2020 sia stato un anno caratterizzato dal diffondersi della pandemia da Covid-19 e dalla crisi che ne è conseguita, tale personale è stato prontamente “convertito” a lavorare secondo modalità di smart working e lo stesso Ufficio evidenzia come questo non abbia scalfito l’efficienza delle procedure amministrative.

In maggiore dettaglio, il numero dei brevetti concessi per invenzione industriale è cresciuto nel 2020 del 6,3% rispetto all’anno precedente (9.161 rispetto a 8.614), mentre il numero dei brevetti concessi per modello di utilità ha registrato un aumento decisamente maggiore, pari al  30,3% (2.090 rispetto ai 1.603 concessi nel 2019). A seguito di questi dati, non resta che vedere se questo trend sarà destinato a perdurare nei prossimi anni.

Su un simile argomento, può essere interessante l’articolo: “Aumentano i brevetti green in Italia”.