L’OFCOM pubblica il piano di lavoro per il periodo 2021/2022

L’OFCOM ha pubblicato il proprio piano di lavoro per il periodo 2021-2022, elaborato alla luce delle nuove esigenze di connettività accentuate dall’attuale situazione emergenziale. Lo scorso 26 marzo 2021, l’autorità di regolazione delle comunicazioni in Gran Bretagna – l’Office of Communications (“OFCOM”) – ha pubblicato il proprio piano di lavoro per il periodo 2021-2022, elaborato alla luce delle nuove esigenze di connettività accentuate dall’attuale situazione emergenziale.

L’OFCOM ha individuato i seguenti temi strategici, ritenuti prioritari: (i) investire in reti di telecomunicazione più sicure e stabili; (ii) garantire l’accesso ai servizi a banda larga nelle località più remote del Regno Unito; (iii) assicurare “equità” nel trattamento dei clienti dei servizi a banda larga, dei servizi mobili e dei servizi broadcasting; (iv) garantire lo sviluppo del servizio broadcasting nel Regno Unito, compreso il servizio pubblico radiotelevisivo; (v) predisporre una più ampia regolamentazione in tema di sicurezza online.

In particolare, tra gli obiettivi prioritari del Regolatore vi è quello di promuovere gli investimenti nella diffusione di servizi di connettività ultraveloci e di reti più stabili e sicure. L’OFCOM ha annunciato che coopererà con il governo inglese ai fini dell’attuazione della normativa sulla sicurezza delle reti di telecomunicazione.

L’OFCOM ha poi sottolineato l’importanza di contrastare il “digital-divide” nel Regno Unito. Il Regolatore si occuperà in particolare di rendere i servizi a banda larga raggiungibili anche dalle aree rurali del Paese, promuovendo investimenti in tecnologie in grado di fornire servizi migliori a costi ridotti. L’OFCOM ha inoltre annunciato che continuerà a monitorare la fornitura, da parte degli operatori autorizzati, del broadband Universal Service Obligation – misura entrata in vigore lo scorso anno nel Regno Unito, intesa come una “safety net” volta a garantire la fornitura di connettività stabile ed economica a tutti quegli utenti che attualmente ne sono sprovvisti.

Altro tema centrale è la sicurezza dei servizi accessibili online. L’OFCOM si occuperà in particolare della regolamentazione delle piattaforme di video-sharing che hanno sede nel Regno Unito attraverso il recepimento della direttiva europea sui servizi media audiovisivi. Il Regolatore ha inoltre informato di essere stato nominato dal governo quale responsabile della regolamentazione degli “online harms”, ossia dei contenuti diffusi online ritenuti pregiudizievoli per gli utenti. Per tale ragione, l’OFCOM ha annunciato che provvederà a trasmettere al governo e al parlamento del Regno Unito un parere tecnico-regolamentare per l’elaborazione di un quadro normativo efficace in tema di sicurezza online.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo “L’AGCom avvia il progetto di separazione della rete di accesso”.