by

Il Fondo per le piccole e medie imprese (PMI) di incentivi per favorire la crescita della proprietà intellettuale può essere una valida opportunità.

La protezione della proprietà intellettuale è un tema di importanza crescente nell’era digitale. Le idee, i prodotti e i servizi unici nel loro genere sono a rischio di essere copiati o utilizzati senza autorizzazione. La protezione della proprietà intellettuale attraverso il Fondo per le piccole e medie imprese (PMI) può riguardare una vasta gamma di risorse, tra cui marchi, disegni e modelli.

Il Fondo per le PMI “Ideas Powered for business” è un programma di sovvenzioni concepito per aiutare le imprese dell’Unione Europea a proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale. L’iniziativa, attuata dall’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale (EUIPO), sarà attiva fino all’8 dicembre 2023. Tuttavia, i fondi sono limitati e disponibili secondo il principio “first come, first served“.

Il Fondo per le PMI offre sostegno finanziario alle PMI con sede nell’Unione europea e la domanda può essere presentata da un titolare, un dipendente o un rappresentante esterno autorizzato che agisce per loro conto. Le sovvenzioni sono concesse direttamente alla PMI e il rimborso è sempre accreditato sul conto bancario della stessa.

Il Fondo per le PMI è un programma di rimborso che emette voucher utilizzabili in parte per coprire le tasse relative alle attività selezionate. A seconda dell’attività che si intende svolgere, sono disponibili diversi tipi di voucher. Per quanto riguarda i marchi, i disegni ed i modelli, è disponibile un voucher da 1.000€ da utilizzare per le tasse ammissibili.

Una volta che la domanda per il Fondo per le PMI viene approvata, il richiedente riceve una notifica di concessione della sovvenzione entro 15 giorni lavorativi, insieme al relativo voucher che potrà essere utilizzato per richiedere le attività di proprietà intellettuale di interesse.

È importante notare che il voucher ha una validità di due mesi dalla data di ricezione della sovvenzione, ma è possibile estenderlo di altri due mesi, se necessario.

Durante il periodo di validità del voucher, il richiedente può prima richiedere e pagare le attività di proprietà intellettuale corrispondenti e poi richiedere il relativo rimborso, attivando così il voucher. Tuttavia, se il voucher scade senza essere prorogato o attivato, non potrà più essere utilizzato per richiedere rimborsi. Inoltre, durante lo stesso anno non sarà possibile presentare una nuova domanda per lo stesso voucher.

Dopo aver attivato il voucher, è previsto un “periodo di attuazione” di sei mesi durante il quale è possibile richiedere ulteriori attività e ulteriori rimborsi a titolo del voucher.

Per ottenere il rimborso delle attività di proprietà intellettuale richieste, il richiedente deve presentare una domanda di rimborso dopo aver pagato per le attività utilizzando il modulo disponibile sull’account del Fondo per le PMI. In questo modo, le PMI dell’Unione Europea possono tutelare i loro diritti di proprietà intellettuale e proteggere la loro attività dalle violazioni di terzi.

Questa edizione 2023 del Fondo per le PMI offre diverse attività per aiutare le imprese a implementare la propria strategia in materia di proprietà intellettuale, in base alle loro esigenze specifiche. Il livello di protezione che l’impresa sceglie (nazionale, dell’UE o internazionale) dipenderà dalla propria strategia aziendale e dai piani di crescita.

Per quanto riguarda la registrazione dei marchi, disegni e modelli innanzi all’EUIPO, è previsto il rimborso del 75% delle tasse relative alle domande di marchio e/o disegno o modello, alle tasse per le classi aggiuntive e alle tasse per l’esame, la registrazione, la pubblicazione e il differimento della pubblicazione del disegno o modello a livello europeo.

In alternativa, è possibile richiedere il rimborso del 75% delle tasse relative alle domande di marchio e/o disegno o modello presentante innanzi agli Uffici nazionali competenti, alle tasse per le classi aggiuntive e alle tasse per l’esame, la registrazione, la pubblicazione e il differimento della pubblicazione a livello nazionale.

Infine, per la registrazione di marchi, disegni e modelli depositate innanzi all’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI), è possibile richiedere il rimborso del 50% delle tasse di base relative alle domande di marchio e/o di disegno o modello, alle tasse di designazione e alle tasse di designazione successive, escluse le tasse di designazione per i paesi dell’UE e le tasse di gestione applicate dall’ufficio di origine.

Il Fondo per le PMI “Ideas Powered for business” rappresenta senza dubbio un’opportunità di grande valore per le imprese dell’Unione Europea che desiderano proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale. Grazie a questo programma di sovvenzioni, le PMI possono non solo ottenere un sostegno finanziario essenziale, ma anche beneficiare di voucher che coprono in parte le tasse relative alle attività selezionate, rappresentando un reale vantaggio per il loro sviluppo. È tuttavia opportuno tenere presente che i fondi disponibili sono limitati e che il principio “first come, first served” potrebbe rappresentare un fattore determinante per accedere ai finanziamenti. Per tale motivo, è fondamentale presentare la propria richiesta al più presto per avere maggiori possibilità di successo.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo “Il vantaggio per le aziende di possedere diritti di proprietà intellettuale

(Visited 72 times, 1 visits today)
Close Search Window