La proposta di Direttiva UE sulle piattaforme digitali dei lavoratori pone nuovi oneri per la loro gestione

La recente proposta di Direttiva UE del 9 dicembre 2021 della Commissione europea prevede una serie di misure atte a migliorare le condizioni dei lavoratori delle piattaforme digitali, introducendo anche specifiche previsioni relative all’utilizzo degli algoritmi nelle piattaforme digitali nonché alla protezione dei dati personali. Continua a leggere “La proposta di Direttiva UE sulle piattaforme digitali dei lavoratori pone nuovi oneri per la loro gestione”

I dati personali usati come corrispettivo per contenuti e servizi digitali dopo le modifiche del Codice del Consumo

Il D. Lgs. 173/2021 ha apportato significative modiche al Codice del Consumo consentendo l’uso dei dati personali come corrispettivo per l’acquisto di contenuti e servizi digitali e introducendo maggiori garanzie a tutela del consumatore a partire dal 1° gennaio 2022. Continua a leggere “I dati personali usati come corrispettivo per contenuti e servizi digitali dopo le modifiche del Codice del Consumo”

Trasferimenti di dati personali UE-US: verso un nuovo Privacy Shield?

Dopo il fallimento del Safe Harbor e del Privacy Shield, UE e Stati Uniti siedono nuovamente al tavolo delle trattative per negoziare un nuovo accordo volto a scongiurare il blocco dei trasferimenti di dati personali verso dall’UE agli Stati Uniti, stabilendo nuove politiche per i data transfer transatlantici. Continua a leggere “Trasferimenti di dati personali UE-US: verso un nuovo Privacy Shield?”

Il consenso privacy non è valido se non è possibile comprendere le modalità di trattamento dei dati tramite un algoritmo

La Cassazione ha contestato la validità del consenso privacy al trattamento dei dati personali perchè non era possibile comprendere come i dati fossero trattati da un algoritmo. Continua a leggere “Il consenso privacy non è valido se non è possibile comprendere le modalità di trattamento dei dati tramite un algoritmo”

I margini di legittimità dell’accesso ai dati di traffico telefonico

Con decreto del 25 aprile 2021, il Tribunale di Roma, Sez. GIP-GUP si pronuncia sui margini di legittimità dell’accesso ai dati di traffico telefonico stabilendo che la competenza ad emettere il decreto motivato di acquisizione dei dati relativi ai tabulati telefonici è riferibile solo al giudice e non al pubblico ministero ed è ammissibile per i reati disciplinati dagli articoli 266 e 266-bis c.p.p.. Continua a leggere “I margini di legittimità dell’accesso ai dati di traffico telefonico”