by

L’introduzione dei procedimenti amministrativi di decadenza, nullità e tutela delle DOP è una novità dirompente.

La recente introduzione in Italia dei procedimenti amministrativi di decadenza e di nullità dei marchi avanti all’Ufficio italiano brevetti e marchi è una novità dirompente, che consente con tempi e costi notevolmente inferiori rispetto ad un procedimento giudiziario, di ottenere, tra le altre, la declaratoria di nullità di registrazioni di marchio italiani concessi in violazione della normativa comunitaria a tutela delle DOP.

L’Ufficio italiano brevetti e marchi è, infatti, ora competente a decidere, tra gli altri, sulle istanze di nullità per motivi assoluti di registrazioni italiane o di designazioni italiane di marchi internazionali contenenti elementi caratterizzanti o evocative di una DOP, ai sensi dell’art. 184-bis, comma 3, lettera a), Codice della Proprietà Intellettuale, in combinato disposto con l’art. 14, comma 1, lettera c) bis, Codice della Proprietà Intellettuale, che dispone il divieto della registrazione di marchi contrari alla legislazione dell’Unione Europea o dello Stato o ad accordi internazionali relativi alla protezione delle DOP.

Uno dei vantaggi principali delle nuove azioni in sede amministrativa è la durata del procedimento, che si concluderà con una decisione dell’UIBM entro due anni dalla presentazione dell’istanza per l’accertamento della nullità, salvo sospensioni del procedimento. I tempi sono, quindi, notevolmente più veloci rispetto ad un giudizio ordinario.

Una caratteristica poi che distingue il nuovo procedimento amministrativo in Italia rispetto agli procedimenti avanti l’EUIPO è la previsione di un periodo di conciliazione di due mesi, prorogabile fino ad un anno, che – così come già accade nei procedimenti di opposizione – offrirà alle parti un utile momento di confronto, che auspicabilmente consentirà di dirimere la controversia in via bonaria.

Questa nuova procedura offre, quindi, ai Consorzi una valida alternativa snella e semplificata, che agevola l’attività di enforcement in Italia a tutela della DOP e degli interessi del comparto, nell’ottenere una declaratoria di nullità con efficacia ex tunc di registrazione nazionali di marchio nulle ab origine.

Su di un simile argomento, il seguente articolo può essere di interesse “EUIPO: Violazione di una DOP tramite un marchio evocativo”.

 

(Visited 69 times, 1 visits today)
Close Search Window