by

E’ stato pubblicato il bando del Ministero delle Imprese e del Made In Italy per progetti di sperimentazione e ricerca sul 5G.

Il 20 marzo 2023, il Ministero delle Imprese e del Made In Italy (ex Ministero dello Sviluppo Economico – MiSE) ha dato notizia sul proprio sito istituzionale della pubblicazione di un nuovo bando per finanziare progetti di sperimentazione e ricerca sul 5G, nel contesto del “Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G”.

Il Programma di supporto nell’ambito del quale è stato previsto il bando in commento, è stato approvato con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 26 marzo 2019, in attuazione della delibera del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) n. 61/2018. L’obiettivo del Programma è quello di realizzare progetti di sperimentazione, ricerca applicata e trasferimento tecnologico, basati sull’utilizzo delle tecnologie emergenti, quali Blockchain, Intelligenza Artificiale (AI), Internet delle cose (IoT), collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione.

Il Programma – finanziato con le risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 – è diviso in due c.d. “Assi di intervento”. Il primo “asse” ha come obiettivo principale quello di condurre alla realizzazione di c.d. “Case della tecnologia”, ossia centri di trasferimento tecnologico finalizzati a coniugare le competenze scientifiche delle università e degli enti di ricerca con le esigenze delle imprese. Il bando relativo ai progetti previsti nell’ambito del primo asse è stato pubblicato lo scorso anno e la procedura si è conclusa a fine dicembre 2022. Il secondo asse – nell’ambito del quale si contestualizza il bando in commento – ha invece ad oggetto “Progetti di ricerca e di sviluppo”.

In continuità con quanto previsto dal decreto del 26 marzo 2019, il Ministero delle Imprese e del Made In Italy ha quindi dato avvio, con D.M. 21 novembre 2022, alla promozione di progetti di sperimentazione rivolti allo sviluppo di prodotti, processi, servizi o modelli di business e organizzativi innovativi realizzati attraverso le tecnologie emergenti, grazie all’uso e allo sviluppo delle reti mobili ultra veloci (5G) e alla ricerca sulle reti mobili di nuova generazione (6G). È in questo contesto che è stato pubblicato il bando in commento.

Come si legge nel bando, possono parteciparvi solo gli enti pubblici, beneficiari del finanziamento in caso di aggiudicazione della procedura, in qualità di “capofila” di un partenariato composto obbligatoriamente da almeno un soggetto appartenente a ciascuna delle seguenti categorie: (i) università pubblica o privata e/o ente e centro di ricerca pubblico o privato; (ii) impresa, PMI e/o start up costituite, italiane o estere, con una sede operativa sul territorio italiano.

Le domande di partecipazione al bando per i progetti di sperimentazione e ricerca sul 5G dovranno essere presentate entro il 19 maggio 2023.

Su un simile argomento può essere interessante l’articolo “Pubblicato il nuovo Bando relativo al Piano Italia 5G”.

(Visited 80 times, 1 visits today)
Close Search Window