Nuovo stand-by per l’accordo sul Tribunale unificato dei brevetti

La Corte costituzionale tedesca chiede di non firmare il disegno di legge per la ratifica dell’accordo sul Tribunale unificato dei brevetti.

La procedura di ratifica da parte della Germania dell’accordo che istituisce il Tribunale unificato dei brevetti è stata nuovamente sospesa su richiesta della Corte costituzionale federale tedesca.

 La Corte costituzionale federale ha infatti chiesto al Presidente della repubblica federale Frank-Walter Steinmeier di astenersi dal firmare il disegno di legge relativo alla ratifica, in seguito alla presentazione lo scorso 18 dicembre 2020 di due ricorsi contro la ratifica dell’accordo sul Tribunale unificato dei brevetti, lo stesso giorno in cui il Bundesrat aveva concluso la relativa procedura di ratifica parlamentare, approvando il disegno di legge all’unanimità.

La Corte costituzionale ha chiesto al Presidente della repubblica federale di sospendere la ratifica fino a quando la Corte non avrà preso la propria decisione; il Presidente ha accolto la richiesta.

A meno che la Corte costituzionale federale tedesca non respinga a breve termine i ricorsi  in quanto inammissibili o manifestamente infondati, la ratifica dell’accordo sul Tribunale unificato dei brevetti da parte della Germania potrebbe essere ancora una volta significativamente ritardata.

Sull’argomento, potrebbe essere interessante l’articolo: “La Corte Costituzionale tedesca ferma l’Accordo su un Tribunale Unificato dei brevetti“.